Diamo a Cesare quel che è di Cesare

C’è qualche personaggio del Comitato Monachelle che non riesce a darsi pace, continua, morbosamente ad elencare fatti a lui non grati e vorrebbe gettare fango non descrivendo con esattezza i vari episodi, su altre persone componenti il Comitato Monachelle e no.

Ancora oggi, fine Febbraio 2019, continua a scrivere mail richiamando episodi già discussi e chiariti senza descrivere tutto, al fine di far apparire agli occhi di nuove persone avvicinatosi al Comitato e quindi ignare di tutta la storia, altre persone al lui non gradite quali persone non affidabili.

Perchè persone a lui non gradite? Semplice ….. Megalomania.

Nella mail si parla di una riunione dei partecipanti del Comitato del mercoledì e si descrive l’atmosfera, secondo lo scrivente “atmosfera condizionata”, in virtù di quanto detto in un incontro presso l’istituto Pareto con l’Amministrazione di Pozzuoli, alcuni docenti, rappresentanti di alcune società e Comitato Monachelle.

Mail:

c’era forte il condizionamento del precedente incontro di lunedi all’istituto V. Pareto, con l’amministrazione comunale di Pozzuoli, presenti anche la preside ed alcuni insegnanti, i rappresentanti delle società concessionarie sul demanio, day dream e Calafelice.

Il ricorso strumentale del nome di Salvatore Mollo da parte della vice sindaco Zabatta che per contrastare o indebolire le richieste o posizione del comitato riferiva che Lei e il sindaco hanno ricevuto ringraziamenti da numerosi cittadini per l’opera di pulizia fatta, finanche da uno appartenente al comitato monachelle.

Il dente avvelenato contro la Vice Sindaco F. Zabatta

Facciamo un po di chiarezza:

La Dottoressa F. Zabatta, Vice Sindaco di Pozzuoli non ha mai fatto ricorso strumentale usando il nome di Salvatore Mollo, appartenente al Comitato Monachelle per contrastare o indebolire il Comitato stesso, la stessa Dottoressa ha veramente ricevuto ringraziamenti sia da parte di appartenenti al Comitato Monachelle che da molte persone che semplicemente frequentano le aree delle Monachelle.

Da poco eletta, la Dottoressa F. Zabatta fa un giro sulla spiaggia delle Monachelle, è il 25 Agosto 2017, spiaggia demaniale e quindi di competenza territoriale del Comune di Pozzuoli. Durante il giro conosce alcuni appartenenti al Comitato e comuni cittadini che erano tra le aiuole dell’ex asilo Vittorio E. III, denominato Convitto Monachelle, i quali ripulivano le stesse, si discute con la Dottoressa dei lavori di pulizia che si stavano effettuando e che comunque per ultimarli sarebbe stato necessario un aiuto da parte delle Istituzioni.

La Dottoressa F. Zabatta dimostrò subito il suo apprezzamento e riferì agli stessi cittadini che, nel limite delle sue possibilità, avrebbe fatto qualche cosa per aiutarli.

Trascorsi pochi giorni la promessa di aiuto si avvera, per circa un mese la Dottoressa F. Zabatta, presente quasi tutti i giorni sul luogo, organizza un maestoso aiuto, logicamente con il benestare del Sindaco V. Figliola (si fa presente che la struttura e le aree esterne sono di proprietà del Comune di Napoli), facendo arrivare sul posto mezzi meccanici, ruspe, escavatori e camion cassonati per terminare le opere di pulizia iniziate dai volontari il 25 Aprile 2017.

Moltissime persone, anche componenti del Comitato Monachelle ringraziarono la Dottoressa F. Zabatta ed ancora oggi la ringraziano. Quindi dove è il ricorso strumentale del nome di Salvatore Mollo del Comitato Monachelle da parte della Dottoressa? Salvatore Mollo del Comitato Monachelle ha sempre ringraziato e ringrazierà sempre l’Amministrazione di Pozzuoli per l’aiuto ricevuto.

Ringraziare non significa essere viscido e servizievole per ricevere qualcosa come il megalomane vuole far pensare alle persone, è un atto doveroso verso chi veramente, anche se continuamente attaccato, ha fatto qualche cosa di positivo, al di la dell’appartenenza politica.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: