Le terme di Suio

Le terme di Suio

Le terme di Suio sono le antiche Aquae Vescinae, citate anche da Plinio e Lucano, molto frequentate soprattutto durante il periodo dell’Impero Romano. Testimonianza dei fasti dell’epoca è, ad esempio, la cosiddetta “vasca di Nerone”, piscina Duratorre in località Sant’Antonio, in cui fu rinvenuta una sedia balneare di porfido. Sembra accertato l’utilizzo di tali acque termali anche in epoca pre-romana. Alla caduta dell’Impero romano d’Occidente l’uso delle acque termali si è ristretto via via alla sola popolazione locale. Dopo la seconda guerra mondiale è stata lanciata la località nel settore turismo grazie alla costruzione di stabilimenti balneari e strutture accessorie.

Suio, frazione termale di Castelforte (LT), si colloca sulle estreme propaggini dei monti Aurunci, presso il fiume Garigliano. L’abitato è suddiviso in due agglomerati principali: Suio Paese, sull’altura con l’antico castello medievale, e Forma di Suio, ai piedi del castello accanto al fiume, dove sgorgano acque sulfuree termali. La località Valle di Suio, a circa 200 m s.l.m., ha grandi pregi naturalistici; a Terme di Suio sono concentrati gli stabilimenti balneari.

Dalle numerose ed eterogenee sorgenti, in una fascia tra il crinale aurunco ed il fiume Garigliano, sgorgano acque ipertermali (39-63 °C) a varie concentrazioni sulfuree, con presenze bicarbonato-alcalino-terroso-calciche; vengono impiegate a scopo terapeutico, ma anche estetico-rilassante, per bagni, fanghi, inalazioni, irrigazioni ed insufflazioni per curare malattie respiratorie, otorinolaringoiatriche, artrosiche, cutanee e ginecologiche. Le acque, a diversi gradi di concentrazione di minerali, vengono anche commercializzate in bottiglia come acqua da pasto.

Le acque con temperatura da 0° a 60° sono classificate come le prime in Italia e le terze in Europa per presenza di iodio.

Le acque delle Terme di Suio sono ideali per effettuare una serie di cure importanti per la pelle e per l’apparato respiratorio. In particolare sono indicate per alcune patologie come :

  • Malattie otorinolaringoiatriche e delle vie respiratorie
  • Malattie ginecologiche
  • Malattie reumatiche  
  • Malattie dermatologiche

Fonte: Wikipedia

Fonte di Salomone

La fonte di Salomone, è una fonte di acquamolto fredda e frizzante sulla pelle che e si trova vicino al porticciolo costruito in un’ansa del fiume Garigliano che scorre sotto il paese. Le sue acque minerali sono ricercate e apprezzate per le loro qualità terapeutiche.

L’area adiacente alla sorgente è attrezzata per organizzare pic nic all’aria aperta, circondati da bellissimi alberi di pioppo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: