Aggiornamento Coronavirus

26 Febbraio, 2020 AGGIORNAMENTI EPI

Aggiornamenti quotidiani sul nuovo coronavirus emergente dal

Johns Hopkins Center for Health Security.

La National Health Commission cinese ha riportato 406 nuovi casi confermati e 52 nuovi decessi in tutto il paese. Il NHC ha riportato un totale di 78.064 casi confermati e 2.715 decessi a livello nazionale. Sono stati dimessi 29.745 casi e rimangono 2.491 casi sospetti. Il NHC ha anche riferito 126 casi a Hong Kong (2 decessi, 18 dimessi), 10 casi a Macao (7 dimessi) e 31 casi a Taiwan (1 decesso, 5 dimessi).

Il Rapporto sulla situazione dell’OMS del 25 febbraio riporta 390 nuovi casi confermati di COVID-19 e 11 nuovi decessi al di fuori della Cina. In totale 2.459 casi confermati sono stati segnalati in 33 paesi, tra cui 34 decessi. Quattro nuovi paesi hanno riportato casi: Afghanistan, Bahrain, Iraq e Oman. A livello globale, ci sono 80.239 casi di COVID-19. Il rapporto include anche dati epidemiologici che illustrano la tempistica e il luogo di esposizione per i casi rilevati al di fuori della Cina. All’inizio dell’epidemia, la maggior parte dei casi è stata esposta in Cina e poi ha viaggiato altrove; tuttavia, questa tendenza è cambiata nelle ultime settimane, con più esposizioni identificate al di fuori della Cina. Il rapporto sulla situazione include anche un collegamento a un corso di formazione dell’OMS per la prevenzione e il controllo delle infezioni (IPC) per il nuovo coronavirus (COVID-19), che fornisce una guida per i passi che le strutture sanitarie dovrebbero adottare per preparare i pazienti COVID-19.

Il Ministero della salute e del benessere della Corea del Sud ha annunciato ufficialmente 1.261 casi confermati di COVID, inclusi 12 decessi, a partire dalle 16:00 del 26 febbraio. Si tratta di un aumento di 284 casi e 2 decessi rispetto al giorno precedente. Il Ministero della Salute italiano ha riportato 374 casi confermati, tra cui 12 decessi, a mezzogiorno del 26 febbraio, rispetto a 283 casi e 7 decessi ieri. In particolare, 209 dei casi in Italia sono in “isolamento domiciliare”, il che suggerisce che hanno una malattia relativamente lieve. Numerosi resoconti dei media indicano che l’Iran ha riportato 139 casi totali di COVID-19, inclusi 19 decessi. Questo è un aumento di 78 casi e 4 morti da ieri. L’Iran ha il maggior numero di morti al di fuori della Cina. Non siamo stati in grado di identificare i rapporti ufficiali del governo iraniano, quindi facciamo affidamento sui media tradizionali per monitorare la situazione.

Il Ministero della Salute brasiliano ha confermato il primo caso COVID-19 del Paese. L’individuo è un maschio di 61 anni con recente viaggio in Italia. Un comunicato stampa pubblicato prima che fossero completati i test di laboratorio di conferma indicava che la persona stava vivendo una malattia lieve. Questo è il primo caso segnalato in America Latina e in Sud America. Il rapporto dal Brasile non è incluso nel Rapporto sulla situazione dell’OMS, portando il totale ad almeno 34 paesi.

SORVEGLIANZA CINA AGGIORNATA E GUIDA ALLA RENDICONTAZIONE Il 23 febbraio, il CDC cinese ha pubblicato il nuovo piano di prevenzione e controllo della polmonite da coronavirus (5a edizione), che aggiorna, tra le altre cose, le definizioni dei casi e i requisiti di segnalazione per COVID-19. Il cambiamento più grande è la rimozione di criteri di caso separati per la provincia di Hubei e tutte le altre province. Questo aggiornamento segue da vicino le modifiche ai criteri di diagnosi nel nuovo piano di diagnosi e trattamento della polmonite da coronavirus (sesta edizione), che ha anche rimosso la distinzione tra la provincia di Hubei e altre parti della Cina (pubblicata il 19 febbraio). Non è chiaro se questo cambierà i dati riportati dalla Cina.

GUIDA ALLA RISPOSTA DELLA CINA Il Consiglio di Stato cinese ha diffuso una serie di documenti orientativi che coprono un ampio raggio di risposta al coronavirus. I documenti includono raccomandazioni per l’implementazione di meccanismi di prevenzione e controllo delle infezioni, nonché risposta a casi sospetti o confermati in spazi pubblici (ad es. Centri commerciali, supermercati), scuole e università, carceri, scuole materne e asili nido, pensione e assistenza a lungo termine strutture, luoghi di lavoro industriali e commerciali e strutture sanitarie e mediche per la salute mentale. I documenti di orientamento sono accompagnati da istruzioni riguardanti la salute pubblica più ampia e altri interventi per mitigare il rischio di trasmissione. Da notare, la guida delinea le categorie di rischio, in base alla cronologia dei viaggi e delle esposizioni. Le persone ad alto rischio dovrebbero sottoporsi a quarantena e osservazione / monitoraggio presso strutture mediche o nelle loro case. Le persone a medio rischio dovrebbero implementare l’auto-quarantena e il monitoraggio a casa. Le persone a basso rischio sono autorizzate a muoversi e viaggiare liberamente purché non abbiano una temperatura elevata (o presumibilmente altri sintomi COVID-19).

PROVE CLINICHE IN CINA Il Dipartimento di Scienza, Tecnologia ed Istruzione del Consiglio di Stato cinese ha pubblicato un “Avviso sulla regolamentazione delle istituzioni mediche per condurre ricerche cliniche sulla nuova terapia farmacologica contro la polmonite da coronavirus”. In base a questo piano, i dipartimenti locali e provinciali di salute, scienza e tecnologia raccoglieranno informazioni sulle droghe proposte e sui protocolli terapeutici dalle istituzioni nella loro giurisdizione e le inoltreranno a un comitato di revisione scientifica a livello nazionale sotto il Ministero della Scienza e della Tecnologia. Questo gruppo di esperti identificherà i farmaci appropriati per la sperimentazione clinica e presenterà le sue raccomandazioni alla National Health Commission, che si coordinerà con le istituzioni mediche per implementare i protocolli di sperimentazione. Le singole istituzioni hanno la responsabilità di assicurare che siano in atto programmi per promuovere una revisione etica tempestiva ed efficace per le prove e che tutti i risultati delle prove devono essere segnalati a un database centrale. La comunicazione sottolinea l’importanza della continua prevenzione e controllo delle infezioni, nonché della garanzia della qualità nello svolgimento di questi studi clinici. I risultati degli studi clinici saranno esaminati a livello nazionale e verranno apportati aggiornamenti ai protocolli di trattamento basati su quegli studi che riportano risultati positivi. Ulteriori studi clinici possono essere condotti sotto la direzione dell ‘”autorità di regolamentazione dei farmaci” della Cina (presumibilmente la National Medical Products Administration), che sarà condotta “al di fuori del campo di applicazione del presente avviso”.

CURA MEDICA DEI PAZIENTI ANZIANI IN CINA La National Health Commission cinese ha pubblicato una guida per fornire assistenza medica di routine ai pazienti anziani con patologie croniche nel mezzo dell’epidemia di SARS-CoV-2. Le persone anziane, in particolare quelle con condizioni di salute di base, hanno dimostrato di essere ad alto rischio di malattia grave e morte per COVID-19, e queste misure mirano a ridurre il rischio di esposizione e trasmissione mentre ricevono le necessarie cure sanitarie di routine. La guida include misure quali l’utilizzo della pianificazione online e la razionalizzazione degli orari degli appuntamenti, i processi di registrazione / check-in e la progettazione della sala d’attesa per ridurre il rischio di esposizione ai pazienti COVID-19. Inoltre, gli operatori sanitari sono incoraggiati a emettere prescrizioni a lungo termine per i pazienti con condizioni stabili, il che mira a ridurre il rischio di rimanere senza farmaci prescritti e ridurre le visite in ufficio necessarie per le prescrizioni successive. Le opzioni remote o di teleassistenza, anche tramite piattaforme di comunicazione mobile come WeChat, sono incoraggiate a facilitare la comunicazione con i pazienti anziani o i loro caregiver e ridurre la necessità di visite in ufficio. Inoltre, gli esami fisici richiesti annuali per i pazienti anziani sono stati sospesi e riprenderanno gradualmente in futuro quando l’epidemia sarà sotto controllo.

RISPOSTA DELLA COREA DEL SUD Il Ministero della Salute della Corea del Sud ha annunciato l’approvazione di numerosi atti legislativi a livello nazionale come parte della risposta epidemica COVID-19, compresi gli aggiornamenti alla Legge sulla prevenzione e gestione delle malattie infettive, Quarantine Act e Medical Law. Gli aggiornamenti hanno aggiunto una classificazione per le persone potenzialmente esposte insieme alle autorità di quarantena aggiornate. Inoltre, sono state rafforzate le sanzioni per la violazione dell’isolamento o degli ordini di quarantena, tra cui multe fino a 10 milioni di vittorie (circa US $ 8.200) e 1 anno di carcere. Gli aggiornamenti conferiscono inoltre al Ministro della sanità e del benessere l’autorità di impedire l’esportazione di droghe e altri prodotti al fine di sostenere le operazioni di risposta interna. Gli aggiornamenti del Quarantine Act modificano “il sistema di quarantena generale”, incluso il collegamento dei sistemi di informazione di quarantena con quelli delle autorità nazionali per l’immigrazione e il passaporto. Gli aggiornamenti implementano anche misure progettate per facilitare le indagini e la segnalazione di malattie infettive da parte delle istituzioni sanitarie.

POSTPONARE GATHERINGS DI MASSA IN GIAPPONE Il primo ministro giapponese Shinzo Abe ha chiesto che eventi sportivi e culturali a livello nazionale vengano cancellati o posticipati nelle prossime 2 settimane. Una delle squadre di baseball professionistiche di Tokyo ha anche recentemente annunciato che non permetterebbe ai fan di partecipare alle partite imminenti, e le squadre giocheranno in uno stadio vuoto per ridurre il rischio di trasmissione. Il primo ministro Abe ha sottolineato che le prossime settimane saranno fondamentali per contenere la SARS-Cov-2 e che incontri di massa come eventi sportivi e festival possono aumentare il rischio di trasmissione. Un rappresentante del Comitato olimpico internazionale (CIO) ha dichiarato che sarebbe più probabile che le imminenti Olimpiadi estive di Tokyo fossero annullate rispetto a posticipate o spostate a seguito di COVID-19, ma il ministro giapponese per i Giochi olimpici e paralimpici di Tokyo , Seiko Hashimoto, ha osservato che il CIO continua con i piani per ospitare i giochi come da programma, dal 24 luglio al 9 agosto.

Una serie di partite di rugby del Six Nations tra Italia e Irlanda è stata rinviata, e possibilmente cancellata, a causa delle preoccupazioni su COVID-19. Le partite erano originariamente programmate per il 6-8 marzo a Dublino, in Irlanda.

RISPONDENTI PREMI La Cina ha annunciato che premierà i rispondenti selezionati per la loro dedizione alla risposta epidemica COVID-19. Saranno accettate candidature per individui e gruppi che hanno contribuito alla cura dei pazienti, alla salute pubblica e all’epidemiologia, alla ricerca scientifica e ad altri aspetti della risposta epidemica. La Cina riconoscerà 100 gruppi e 500 individui per il loro impegno e dedizione, e ai vincitori verrà assegnato il Collettivo Avanzato di Coronavirus Health Polmonite Epidemic Prevention and Control. Riceveranno medaglie e bonus monetari in onore della loro eccezionale performance.

FONTE

Mappa in tempo reale

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: