Vitamina C Vs Coronavirus

Trattamento di vitamina C ad alte dosi per nuova polmonite coronarica

Il secondo ospedale affiliato dell’Università di Xi’an Jiaotong è un moderno ospedale completo su larga scala integrato con cure mediche, insegnamento, ricerca scientifica e cure preventive, direttamente sotto la National Health and Health Commission e il Ministero della Pubblica Istruzione. L’ospedale nasce nel 1912, la prima scuola medica nazionale in Cina, il National Beijing Medical College, la National Peiping University.

Team medico cinese riferisce il successo del trattamento dei pazienti affetti da coronavirus con vitamina C ad alte dosi.

2020年2月20日下午,由西安交通大学第二附属国家援鄂医疗队接管的同济医院中法新城院区C10西病区又有4位重型新冠肺炎患者康复出院,医疗队正式投入工作10天来,已有8位患者康复出院。

经过医疗队10天的实践探索和专家组多次讨论,我们专家组提出联合大剂量维生素C治疗新冠的具体方案,并在临床应用中取得良好的效果。我们的治疗方案总体来说概括为 “早期,足量,短程,联合”

Nel pomeriggio del 20 febbraio 2020, altri 4 pazienti con grave polmonite neocoronarica si sono ripresi dal C10 West Ward of Tongji Hospital nell’ospedale Tongji, che è stato rilevato dal team di assistenza medica nazionale di secondo soccorso dell’Università di Xi’an Jiaotong. Negli ultimi 8 pazienti sono stati dimessi dall’ospedale.

Dopo 10 giorni di esplorazione pratica da parte dell’équipe medica e ripetute discussioni da parte del gruppo di esperti, il nostro gruppo di esperti ha proposto un piano specifico per la combinazione di vitamina C ad alte dosi per trattare la nuova corona e ha ottenuto buoni risultati in applicazioni cliniche. Il nostro piano di trattamento è generalmente riassunto come “precoce, adeguato, breve corso combinato”.

Fase iniziale: la cosiddetta “fase iniziale” si riferisce all’applicazione tempestiva di vitamina C ad alte dosi nelle prime fasi del decorso della malattia. Riteniamo che per i pazienti con polmonite neonatale grave e pazienti critici, il trattamento con vitamina C dovrebbe essere iniziato il più presto possibile dopo il ricovero. Questo perché, indipendentemente dalla malattia di Keshan del passato, dalla SARS e dalla sindrome respiratoria del Medio Oriente o dalla nuova polmonite attuale, la principale causa di morte dei pazienti è l’insufficienza cardiopolmonare causata da un aumento dello stress ossidativo acuto. Quando il virus provoca un aumento dello stress ossidativo nel corpo e una maggiore permeabilità capillare, l’applicazione precoce di grandi dosi di vitamina C può avere un forte effetto antiossidante, ridurre le risposte infiammatorie e migliorare la funzione endoteliale.

Adeguato: adeguato si riferisce alla grande quantità di vitamina C. Numerosi studi hanno dimostrato che la dose di vitamina C ha molto a che fare con l’effetto del trattamento. La nostra esperienza passata nel salvare con successo la malattia acuta di Keshan e gli studi attuali in patria e all’estero dimostrano che la vitamina C ad alte dosi non solo può migliorare i livelli antivirali, ma, soprattutto, può prevenire e curare la lesione polmonare acuta (ALI) e il disturbo respiratorio acuto (ARDS). .

A breve termine: a breve termine significa che il tempo di trattamento non supera 1 settimana. L’applicazione a breve termine di grandi dosi di vitamina C nel periodo critico della progressione della malattia può raggiungere il doppio del risultato con la metà dello sforzo e può ridurre significativamente gli effetti collaterali come calcoli renali, ematuria e colica renale che dovrebbero essere portati a lungo termine, ridurre la nausea, il vomito, l’ipotensione, la tachicardia, ecc. Reazioni avverse per evitare la dipendenza del corpo dalla vitamina C esogena causata da farmaci a lungo termine.

Combinazione: la combinazione si riferisce alla combinazione di altri metodi di trattamento nel processo di trattamento per sviluppare piani di trattamento personalizzati. Il nuovo trattamento per la polmonite da corona è ancora privo di farmaci specifici Nel appena pubblicato “Nuovo programma di diagnosi e trattamento della polmonite da corona, sesta edizione”, si raccomanda che il trattamento sintomatico attivo si basi sui primi studi di terapia antivirale e ossigenoterapia. Pertanto, l’applicazione clinica della vitamina C ad alte dosi deve essere combinata con la situazione del paziente e combinata con altri farmaci e metodi di trattamento, in modo tale da migliorare il trattamento dei pazienti in condizioni critiche.

Inoltre, quando si utilizza questo regime, si deve notare che a causa dell’alta concentrazione, può irritare i vasi sanguigni e causare dolore.Si raccomanda di somministrare fluidi isotonici per lavare rapidamente i vasi sanguigni dopo la somministrazione per ridurre l’irritazione dei vasi sanguigni. Inoltre, utilizziamo la somministrazione intermittente e lenta. Aiuta a mantenere un’efficace concentrazione di vitamina C nel sangue e può anche ridurre al massimo la stimolazione locale dei vasi sanguigni. Infine, poiché la vitamina C può interferire con i risultati del monitoraggio della glicemia, i pazienti diabetici devono evitare di misurare la glicemia immediatamente dopo l’infusione.

Infine, sulla base delle varie proprietà farmacologiche della vitamina C, questo trattamento non deve essere usato in pazienti con le seguenti condizioni cliniche: 1. Allergia alla vitamina C; 2. Aspettativa di vita inferiore a 24 ore; donne in gravidanza e / o in allattamento; tracheotomia Avere o avere una storia familiare di ossigenoterapia 6. Malattia polmonare interstiziale, malignità, emorragia alveolare diffusa, chetoacidosi diabetica o una storia di calcoli renali attivi.

La vitamina C è un potente antiossidante che contribuisce a prevenire l’invecchiamento e protegge dai radicali liberi. Utile anche per il sistema nervoso, è in grado di stimolare la guarigione delle ferite.

La vitamina C o acido ascorbico è una delle vitamine idrosolubili fondamentali per l’organismo. Si occupa di prevenire emorragie capillari, ed essendo anche un potente antiossidante, blocca l’invecchiamento del corpo e l’azione distruttiva dei radicali liberi e bilancia i livelli di vitamina E, ugualmente importante per l’essere umano.

La vitamina C entra in gioco anche per lo sviluppo armonico dell’organismo e per la riparazione dei tessuti, infatti è fondamentale per stimolare la guarigione delle ferite. A livello cerebrale, la vitamina C è preposta alla creazione del neurotrasmettitore chiamato norepinefrina, che aiuta a controllare gli impieghi delle sostanze contenute nel sangue, in particolare del glucosio.

FONTE Tongji Hospital

FONTE Rath Health Foundation

FONTE Cure Naturali

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: