Covid-19: quanto tempo vive sugli oggetti

Il nuovo Coronavirus Covid-19 riesce a sopravvivere un giorno sul cartone, fino a tre giorni su superfici in plastica e acciaio inossidabile, sul rame per un massimo di quattro ore.

 Vitalità di SARS-CoV-1 e SARS-CoV-2 negli aerosol e su varie superfici. 1https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMc2004973

Come mostrato nella foto, il titolo del virus vitale aerosol è espresso in dose infettiva di coltura tissutale del 50% (TCID 50 ) per litro di aria. I virus sono stati applicati a rame, cartone, acciaio inossidabile e plastica mantenuti a 21-23 ° C e umidità relativa del 40% per 7 giorni. Il titolo di virus vitale è espresso come TCID 50per millilitro di terreno di raccolta. Tutti i campioni sono stati quantificati mediante titolazione end-point su cellule Vero E6. I grafici mostrano la media e gli errori standard (barre) tra tre replicati. Come mostrato nel pannello B, i grafici di regressione indicano il decadimento previsto del titolo del virus nel tempo; il titolo è tracciato su scala logaritmica. I punti mostrano i titoli misurati e sono leggermente inclinati (ovvero mostrano piccole variazioni rapide nell’ampiezza o nella tempistica di una forma d’onda derivante da fluttuazioni) lungo l’asse temporale per evitare la sovrapposizione. Le linee sono disegni casuali dalla distribuzione posteriore congiunta del tasso di decadimento esponenziale (negativo della pendenza) e intercetta (titolo iniziale del virus) per mostrare la gamma di possibili schemi di decadimento per ciascuna condizione sperimentale. C’erano 150 linee per pannello, incluse 50 linee per ogni replica tracciata. Come mostrato nel Pannello C, trame di violino indicano la distribuzione posteriore per l’emivita del virus vitale in base ai tassi di decadimento esponenziale stimati del titolo del virus. I punti indicano le stime mediane posteriori e le linee nere indicano un intervallo credibile del 95%. Le condizioni sperimentali sono ordinate in base all’emivita mediana posteriore della SARS-CoV-2. Le linee tratteggiate indicano il limite di rilevamento, che era 3,33 × 100,5 TCID 50 per litro di aria per aerosol, 10 0,5 TCID 50 per millilitro di terreno per plastica, acciaio e cartone e 10 1,5 TCID 50 per millilitro di mezzo per rame.

Trasmissione del coronavirus 2https://www.niaid.nih.gov/diseases-conditions/tracking-coronavirus-transmission

I coronavirus si evolvono rapidamente e hanno una lunga storia di spostamenti tra specie animali, portando gli scienziati a esplorare l’origine del MERS-CoV e il modo in cui infetta le persone. Mentre molti altri coronavirus in natura non sono noti per infettare le persone, SARS-CoV-2 , MERS-CoV e l’originale SARS-CoV sono noti per la loro capacità di infettare una varietà di specie diverse.

Le prove della ricerca suggeriscono che tutti e tre i coronavirus hanno avuto origine nei pipistrelli. Il SARS-CoV si diffonde quindi dagli zibetti infetti alle persone, mentre il MERS-CoV si diffonde attraverso i cammelli infetti del dromedario alle persone. Gli scienziati stanno cercando di determinare in che modo SARS-CoV-2 si  diffonde alle persone. Studi epidemiologici hanno dimostrato che MERS-CoV può trasmettere tra persone che sono in stretto contatto, come familiari o pazienti in trattamento in ambito clinico. I focolai sono stati strettamente collegati alle strutture ospedaliere.

I dati della ricerca del National Institute of Allergy and Infectious Diseases confermano l’importanza di lavarsi frequentemente le mani.

Lo sporco, creando un biofilm, fa da barriera protettiva a virus e batteri: il grasso della sporcizia, quindi anche quella che troviamo per strada, crea l’ambiente ideale per i virus, compreso Sars-Cov2 ma con una carica virale irrisoria.

Una buona igiene neutralizza i virus

Igiene accurata delle mani e la pulizia degli ambienti, in modo particolare dopo essere entrati in contatto con superfici come maniglie, appigli della metropolitana, pulsanti degli ascensori, smartphone, tastiere di computer.  Il virus è completamente inattivato da acqua e sapone e da altri detergenti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: