Semi di speranza

Presso gli orti sociali delle Monachelle, visita di Anna Senatore.

Insistiamo a piantare nella terra semi sperando che germoglieranno tutti. Gli orti sociali come mezzo di aggregazione tra le famiglie, per educare i piccoli, per integrare persone con difficoltà (vedi orto in cassone), un luogo per la convivialità, nel quale ci piacerebbe promuovere un’agricoltura non solo Naturale ma anche Sociale. Salvatore.

“Non seguire il sentiero: tracciane uno nuovo e lascia la tua impronta da seguire”. Anonimo.

Tra gli orti delle Monachelle si trovano alcuni di essi nei quali viene praticata la semina dei “Semi Antichi”. Questo è l’articolo.

Gli orti sociali sono a titolo gratuito, tutti possono accedere e coltivare a proprio piacimento. Ci piacerebbe coinvolgere le scuole, far svolgere attività laboratoriali ai bambini, insegnare le tecniche della semina e del travaso seguendo i cicli della natura, creare uno scambio di prodotti, produrre cibo di qualità a filiera corta (Km 0), è bene precisare che qui parliamo esclusivamente di agricoltura organica o biologica. Un progetto promosso dalla Comunità Monachelle presente sul posto dal 25 Aprile 2017.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: