Musica negli orti delle Monachelle

Cosa c’entra la musica con gli orti? Anche se può sembrare incredibile, essa influisce non solo sugli umani, ma anche sulla crescita e il benessere delle piante. 

la vita senza la musica è come un corpo senza Anima!!!!!

Canto.. teatro rappresentano condivisione

Angela Brusy

Condivisione, è infatti uno degli obbiettivi dei volontari che curano gli orti delle Monachelle, ripristinare il pronome “noi” che in questi ultimi anni si è un pò smarrito.

Angela, artista che comunica un pensiero, un’idea, veicola un messaggio, questa mattina ha fatto visita agli orti delle Monachelle dedicando agli stessi cantando senza accompagnamento ” a Cappella”.

Angela ha anche aperto un varco, organizzare di tanto in tanto un evento musicale presso gli orti, il benessere della musica influisce oltre che sulle persone, anche sulle piante.

Il primo ad ipotizzare una correlazione tra la musica e lo sviluppo vegetale fu il dottor T.C. Singh nel 1962. Per prima cosa sottopose alcune piantine di Hidrilla verticillata alle vibrazioni di un diapason al mattino prima del sorgere del sole. Si accorse che i flussi di protoplasma nelle cellule erano molto veloci, paragonabili a quelli osservabili dopo il levare del sole. Il medesimo procedimento venne ripetuto con il suono di un violino. Dopo alcune settimane le piante risultarono più alte e robuste di quelle del controllo che erano cresciute senza musica. 1http://www.thesciencelab.it/musica-nellorto/

Ringraziamo l’artista Angela e nell’attesa di ascoltare una sua nuova canzone presso gli orti la salutiamo dedicandole una nota di Oscar Wilde.

Quando l’arte sarà più varia, senza dubbio anche la natura sarà più varia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: