Parco Felice Monachelle

Arco Felice, 25 aprile 2021, in occasione della giornata della Liberazione gli attivisti del Comitato ex Monachelle hanno effettuato un FlashMob nella piazza di Arco Felice.

Diamo dignità e futuro al Parco delle Monachelle

FlashMob in piazza, tra la gente, per sensibilizzare la popolazione e fargli capire che l’ex Asilo Vittorio E. III, denominato Convitto Monachelle, riqualificato e trasformato in un parco pubblico sia solo un bene per la collettività stessa. La presenza degli attivisti del Comitato Monachelle è iniziata il 25 aprile 2017 e le attività di pulizia e riqualificazione del luogo sono sempre state osteggiate dal sindaco di Pozzuoli V. Figliolia. Non da meno il Comune di Napoli, ente proprietario, si sia comportato in modo diverso.

25 aprile 2017
25 aprile 2021

Con le azioni di repressione da parte dei vigili urbani di Pozzuoli, comandati dal sindaco, si è giunti alla conclusione che un luogo, riqualificato da liberi cittadini che hanno agito in virtù dell’art. 118 della Costituzione Italiana, a cui anche loro dovrebbero attenersi, stia ritornando nel degrado ed abbandono.

Il Parco Felice Monachelle, questo è il nome che gli attivisti vorrebbero dargli, è l’unico spazio verde fruibile, di facile accesso in Arco felice. Per lo stesso parco si pensa anche di lanciare una campagna di autofinanziamento sulla seguente piattaforma Opencollective in quanto il progetto per costruire il parco è realizzabile.

Le amministrazioni si sono messe di traverso a tali operazioni, quali interessi ci sono? Preferiscono una privatizzazione? Un bene in abbandono che diventi un bene comune non è gradito, preferiscono che si degradi e che non venga utilizzato dalla comunità di Arco Felice e dell’area Flegrea.

L’amministrazione di Napoli è da quattro anni che deve dare una concreta risposta, il sindaco Luigi De Magistris è stato sul luogo e gli attivisti sono in continuo contatto, in presenza e remoto, con l’Assessora al Patrimonio Napoli Alessandra Clemente.

La situazione giuridica degli attivisti del Comitato Monachelle va chiarita ed il Comune di Napoli non può prendere ulteriore tempo e latitare.

.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: