Monachelle …. occupata da sedicenti Centri Sociali ….

La corretta gestione del patrimonio è un tipo di riscossione, anche quello del dovuto rispetto al godimento di immobili comunali, anche su questo io ho scoperto recentissimamente vicende assurde come le Monachelle, una grande proprietà del Comune di Napoli nel tenimento di Pozzuoli che vale sei milioni di euro occupata abusivamente da sedicenti centri sociali, noi non possiamo continuare a tollerare queste situazioni……..

che vale sei milioni di euro

Forse la pandemia ha fatto lievitare il valore, legga la reale valutazione.

occupata abusivamente da sedicenti centri sociali

Ascolti il Professore Paolo Maddalena Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale e legga, appena ha un poco di tempo, il suo Blog, potrebbe avere nuove emozioni.

Nessun sedicente Centro Sociale ha occupato il bene, Monachelle è un bene abbandonato, non è di proprietà del Comune, è di proprietà nostra, i padroni siamo noi (popolo), è proprietà pubblica collettiva demaniale ed è inalienabile, inusucapibile e inespropriabile e se il proprietario privato e nel caso un proprietario pubblico non persegue la funzione sociale la collettività locale è il vero padrone.

Egregio Dott. Catello Maresca, il Popolo che nel 2017 ha iniziato un lavoro di riqualificazione, riportando alla luce i giardini e le aree abbandonate dal 1983, sepolte da tonnellate di spazzatura, hanno semplicemente attuato l’artico 118:

Le funzioni amministrative sono attribuite ai Comuni salvo che, per assicurarne l’esercizio unitario, siano conferite a Province, Città metropolitane, Regioni e Stato, sulla base dei princìpi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza.

I Comuni, le Province e le Città metropolitane sono titolari di funzioni amministrative proprie e di quelle conferite con legge statale o regionale, secondo le rispettive competenze.

La legge statale disciplina forme di coordinamento fra Stato e Regioni nelle materie di cui alle lettere b)h) del secondo comma dell’articolo 117, e disciplina inoltre forme di intesa e coordinamento nella materia della tutela dei beni culturali.

Stato, Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà.

Nessun Centro Sociale è mai esistito nelle aree dell’ex Asilo Vittorio E. III – Colonia Terapeutica Tommaso Astarita, questo è il suo vero nome, per i locali riconosciuto con il nome “Monachelle”. Siamo anche un poco rammaricati di come la candidata a Sindaco Dott.ssa Alessandra Clemente non l’abbia smentito in diretta. Tra i tre candidati l’unico che stava effettivamente portando a termine qualcosa di buono è il candidato a Sindaco Presidente Antonio Bassolino che tra gli anni 1999 e 2003 stava realizzando un Ostello della Gioventù, progetto poi ostacolato e quindi fermato. Legga QUI LA STORIA e restiamo in attesa di una Sua gradita visita sul posto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: